La Settima arte ovvero l’Officina dei Sogni Sospesi – Il laboratorio teatrale per adulti di Kerè

Percorso teatrale per adulti dai 20 ai 90 anni. Il gruppo, la fiducia – la cooperazione, la maschera, l’improvvisazione, il lavoro sul personaggio, elementi di recitazione e di dizione.

Il teatro è in primis un’esperienza per chi lo frequenta. Al centro dell’esperienza c’è la  persona con la propria identità e c’è il gruppo, inteso come soggetto creativo e come fuoco centrale di ogni processo interno di condivisione, col quale confrontarsi, misurarsi, collaborare. Non è la ricerca del risultato a fare la differenza, ma la volontà di esserci. In questo l’esperienza del laboratorio teatrale offre una fucina di stimoli straordinari perché in teatro si vede, si ascolta, si agisce. Si piange e si ride.

Il teatro è il luogo che vive del vissuto portato da chi lo frequenta e che ha nuova vita nel vissuto che insieme si crea. E’ il luogo dove è possibile mescolare il proprio sguardo con quello di altre persone. E’ il luogo dove s’impara a disimparare le cose che già si conoscono. Ma è soprattutto il luogo in cui le parole di un testo, di un romanzo, di una poesia o proprie, possono diventare corpo, azione, immagine, realtà e apparenza, un pezzetto di sogno e qualche piccola bugia.

Ed è anche un luogo dove, sorridendo, finalmente si può riscoprire il tempo e osservare come questo trasforma e cambia corpo ed emozioni.

Il teatro è un “donarsi” e un regalarsi la possibilità di esprimersi nella scoperta di limiti e debolezze come di risorse “taciute” o inaspettate, con l’occhio della meraviglia e del divertimento, ma anche con la fatica. Il laboratorio di teatro, in origine la settima arte, è quindi una bottega artigiana, un’officina dove si diventa operai di se stessi attraverso un processo creativo che libera le potenzialità espressive, valorizza la capacità critica, rende consapevoli, scopre nuove identità. 

Per info: Loretta Bonamente 3389235119